bctmusica

bct musica. Ascolti del tempo sospeso. Una proposta al giorno, navigando nei più vari generi musicali

bctmusica

 

In questi giorni di tempo sospeso bct propone a tutti i naviganti una serie di lezioni e di ascolti per approfondire i più svariati aspetti della musica di tutti i tempi e per ascoltare gli autori più amati.
Una proposta al giorno per fare un piccolo spazio alla musica nelle nostre giornate, sia che siamo da soli o insieme ai nostri cari.

 

 

Ci vuole un fiore

 
È tra le più famose canzoni per bambini nell’album omonimo di Sergio Endrigo, uscito nel 1974 e tutto su testi di Gianni Rodari.
I bambini che cantano sono Annapaola e Giovanni Bacalov, Cristiana (la figlia di Nora Orlandi), Claudia Endrigo, Giorgia Lepore, Manuela e Maura Cianciarelli, Silvia Somigli e Laura Pierazzuoli.
Oltre ai normali strumenti musicali, suonano nel disco una scatola di latta, un secchio d’acqua, 4 monete da 100 lire, un paio da 10 e da cinquanta e un gettone telefonico, un portacenere di ceramica, mezzo chilo di fagioli borlotti (crudi), un sacchetto di patatine fritte, un pacchetto di grissini, un rotolo di carta stagnola, gli spettatori dell’ultimo incontro Roma-Lazio, un cannone e un cavallo.
 
Sono stati moltissimi i musicisti e cantanti che nel corso del tempo hanno messo in musica le filastrocche di Rodari.
Per averne un'idea potete ascoltare questa puntata della trasmissione L’idealista

Addio a Ezio Bosso

L’omaggio della RAI

https://www.raiplay.it/collezioni/eziobosso 

 

Videointervista di Diego Bianchi a Ezio Bosso del 10 aprile 2020

https://www.la7.it/propagandalive/video/lintervista-di-diego-bianchi-a-ezio-bosso-10042020-10-04-2020-318989 

 

“Dedicato a Ezio Bosso”, coreografia di Ferdinando Arenella, musica di Ezio Bosso - Dance Factory 2016

https://vimeo.com/182577536 

 

Di Ezio Bosso in bct cine-fonoteca:

And the things that remain: from 2004 to the present day (3 cd)  

(FON A.BOS.2.1-3 - 23548-488-489)

The 12th Room (2cd)

(FON A.BOS.1.1-2  - 235336-337)

 

 

Musictherapy

Proprio un anno fa Luca Dondoni arrivava in libreria con il suo primo libro, Musictherapy: la musica può tutto. Conduttore di programmi radiofonici, giornalista, critico musicale, Dondoni ci invita a fare nostra l’affermazione di Marvin Gaye "Ascoltare almeno una canzone al giorno dovrebbe essere scritto nella Costituzione" proponendoci le sue playlist come medicinale per la mente, per il corpo e per l'anima.

Qui potete leggere il primo capitolo:

https://api2.edizpiemme.it/uploads/2019/03/INT_978885666901_Dondoni-Luca_Musictherapy.pdf

In prestito su MLOL: https://umbria.medialibrary.it/media/ricerca.aspx?keywords=dondoni

 

 

 

 

 

 

 

Gli italiani che fecero il tango, a cura di Giampiero Vigorito

https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/02/Radio3-Passioni-2017-Gli-italiani-che-fecero-il-tango-di-Giampiero-Vigorito-486c5823-5e42-43fb-b812-1519c0008b53.html

Tra la metà dell’Ottocento e la metà del Novecento, milioni di italiani emigrarono in America. Quelli che partivano dal settentrione d’Italia, moltissimi piemontesi e genovesi, si diressero nell’America del Sud - quattro milioni nella sola Argentina -  e diventarono i principali protagonisti della nascita del tango.

Nacque il lunfardo, una particolarissima lingua di comunicazione tra le varie popolazioni di immigrati, pieno di parole lombarde, piemontesi e genovesi; e proprio alla Boca, il quartiere dei genovesi a Buenos Aires, pare sia stato ballato il primo Tango.

 

 

 

 

 

Buon compleanno, Keith Jarret!

8 maggio 2020, Keith Jarrett compie 75 anni. Riconosciuto come uno dei pianisti contemporanei più importanti, è stato premiato alla Biennale di Venezia del 2018 con il Leone d’oro alla carriera, attribuito per la prima volta ad un musicista formatosi nell'ambito delle musiche afroamericane e del jazz.

https://www.raiplayradio.it/audio/2015/05/Omaggio-a-Keith-Jarrett---Radio3-Suite-del-8052015-ac76d873-57db-4dcb-af62-30207e55d25f.html

http://www.rai.it/dl/portaleRadio/media/ContentItem-3aa03544-4d99-4200-be05-0ba25af47a16.html

https://www.raiplayradio.it/audio/2018/09/Magazine-Focus-su-Keith-Jarrett-78feb997-6531-4d5d-9e0c-5bb3c9ed5317.html

 

 

 

 

 

Histoire de Babar

(wikimedia commons)

È il 1931 quando Jean de Brunhoff inventa per i suoi figli il personaggio dell’elefantino Babar e sono gli anni della guerra, fra il 1940 e il 1945, quando Francis Poulenc decide di metterle in musica, dedicandole agli undici bambini della sua famiglia che gli avevano chiesto di suonare per loro quelle storie: Per i miei cuginetti Sophie, Sylvie, Benoît, Florence e Delphine Périer; Yvan, Alain, Marie-Christine e Marguerite-Marie Villotte; e i miei piccoli amici Marthe Bosredon e André Lecœur, in memoria di Brive.

È una composizione per pianoforte e voce narrante strutturata in cinque parti: Berceuse di elefantini, Valse musette della pasta, Marcia nuziale di Babar, Polka danzante della festa di matrimonio, Notturno finale

Si può ascoltare su raiplayradio e su MLOL Spotify:

https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/10/Rai-Radio-Playlist-Item-f655e48f-1773-4b4b-a71c-7024ee4d99e5.html

https://umbria.medialibrary.it/spotify/schedaalbum.aspx?id=1Va0J8ZPS3htsUP4cHZASH

e nella interpetazione proposta dalla Associazione Alessandro Scarlatti di Napoli con la voce recitante di Peppe Barra:

https://soundcloud.com/user-629558098/babar

 

 

 

 

 

 

 

Canti e storie del maggio

bct musica segnala l'archivio Suoni della memoria, dedicato alla musica di tradizione orale di cinque regioni italiane. La digitalizzazione del patrimonio etnomusicale dell'Umbria è avvenuto attingendo a due importanti fondi. Quello di Alessandro Portelli, conservato presso il Circolo Gianni Bosio, che documenta l'attività e la vita dei cantori del Gruppo della Valnerina e quello di Valentino Paparelli, con le voci di Adelia e Villalba Grimani, Francesca Albanesi, Corrado Leonardi, Dante Bartolini e le raccolte La conca ternana e La Valnerina ternana. bct in questi giorni è chiusa, ma l'ascolto è possibile con una semplice ricerca nelle risorse digitali del sito del Sistema archivistico nazionale https://san.beniculturali.it/web/san/home

 

Diego Carpitella spiega l'etnomusicologia

http://www.teche.rai.it/1980/12/diego-carpitella-spiega-cosa-sia-l-etnomusicologia/

Archivio folklore italiano – Umbria

http://www.teche.rai.it/2014/11/archivio-del-folclore-musicale-italiano-umbria/

Canti e storie del maggio, di Alessandro Portelli

https://www.mixcloud.com/I_Giorni_Cantati/speciali-ep01-canti-e-storie-del-maggio/

 

 

 

 

 

Terni, Piazza Solferino

 

25 aprile 2020. 75 anni dalla Liberazione


Il 25 aprile 1945 Il Comitato di Liberazione Nazionale Alta Italia con la voce di Sandro Pertini proclamò lo sciopero generale che diede il via all’insurrezione contro l'occupazione tedesca e la guerra fascista. Da allora l’anniversario della Liberazione d’Italia è festa nazionale della Repubblica.

Quest’anno i festeggiamenti potranno essere soltanto virtuali. All’appello #iorestolibero per una grande piazza virtuale e per una raccolta fondi da destinare alla Caritas e alla Croce Rossa Italiana hanno aderito migliaia di artisti, intellettuali, sportivi, uomini di chiesa e laici, movimenti, associazioni, sindacati, tanti musicisti, da Jovanotti a Nina Zilli, da Daniele Abbado a Bandakadabra.

bctmusica festeggia proponendo tre contributi dagli archivi della Rai:

Bella ciao

https://www.raiplayradio.it/audio/2020/04/Bella-ciao-7dba00bc-ae6f-4d24-b8bb-df8c9bec3058.html

Musica e libertà

https://www.raiplayradio.it/audio/2017/04/Musica-e-liberta-con-Syefano-Pogelli---Radio3-Suite-del-2542017-8c9955af-c9ff-4355-96c9-82da7cbeeaa0.html

Musica per il 25 aprile:

https://www.raiplayradio.it/audio/2020/04/MOMUS-IL-CAFFEapos-DELLaposOPERA-Musica-per-il-25-aprile-2e74fcdc-cc3f-4369-8373-ecc4dee61e84.html

 

È la musica, bellezza

https://www.raiplayradio.it/audio/2020/03/BATTITI---Eapos-la-musica-bellezza-5726b08b-553a-49dd-
9e9e-6d746cfa80f4.html

 

Raffaello, Estasi di Santa Cecilia

Undici musicisti commentano un brano che più di altri rispecchia la loro percezione della bellezza in musica. Le scelte di Paolo Angeli, Teho Teardo, Sabina Meyer, Silvia Bolognesi, Maurizio Martusciello, Ludovica Manzo, Massimo Pupillo, Daniele Roccato, Zeno De Rossi, Laura Agnusdei, Fabrizio Spera nella puntata che la trasmissione Battiti ha voluto dedicare a Raffaello.

 

Il popolo del jazz li saluta

bruno longhi

 

 

manu dibango

 

 

lee konitz

 

 

ellis marsalis

 

 

bucky pizzarelli

 

Il jazz mondiale è in lutto. Il coronavirus ha spazzato via la generazione di grandi artisti nata negli anni Venti e Trenta.

Il 15 aprile se ne è andato anche Lee Konitz, dopo Ellis Marsalis, Bucky Pizzarelli, Manu Dibango, Bruno Longhi

Li vogliamo ricordare segnalando alcune delle iniziative di questi giorni, in particolare il Worldwide concert for our culture, due ore di performance dalle case di artisti di tutto il mondo, organizzato da Wynton Marsalis, il figlio di Ellis, e con la partecipazione per l’Italia di Stefano Di Battista.

 

https://www.youtube.com/watch?v=IjJbZetCvGw

 

https://www.bolognajazzfestival.com/news/107-la-maratona-del-jazz-15-21-aprile.html

 

https://www.casajazz.it/notizie/al-via-linziativa-iorestoacasa-del-jazz

 

La musica tra le righe

Tutte le puntate del programma dal 2018 ad oggi da ascoltare o scaricare in podcast sul sito:

https://www.raiplayradio.it/programmi/lamusicatralerighe/archivio/puntate/ 


 L’11 aprile Sara Guabello ha presentato Un altro mondo, di James Baldwin

 

 

Grandi e piccoli libri raccontati attraverso la loro colonna sonora. Izzo, Joyce, Kerouac, Roth, De Lillo, Murakami e tanti altri scrittori hanno avuto (e hanno) un rapporto molto stretto con la musica e trasferito - in modo più o meno esplicito - le proprie passioni musicali tra le pagine dei loro romanzi. In questo spazio sarà la narrazione musicale a risaltare in primo piano.

Nella musica il racconto

https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/07/Nella-musica-il-racconto-b77ad833-7e08-41e6-8b33-89491d30e2b4.html


Quando la musica si rifà alle più varie narrazioni, allora anche l'ascolto si rivela un modo bellissimo di leggere. Čaikovskij legge Shakespeare e Nietzsche ispira Strauss; dalla musica al libro e ritorno per la Sonata a Kreutzer di Beethoven; dalla poesia della Notte trasfigurata di Schönberg ad opere universali come Le Mille e una notte e il Kalevala, rispettivamente qui con Rimsky Korsakov e Sibelius. Infine Mussorgskij: i suoi Quadri sono un percorso unico di immagini sonore che più che mai racconta, anche chiudendo gli occhi. Buone storie!

 

 

                               


Tutti i brani sono disponibili in bct - sala cine-fonoteca in varie interpretazioni:

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/strauss%20also%20KF_KITH:%22registrazione%20sonora%20musicale%22%20BIB:um109?context=catalogo

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/kreutzer%20KF_KITH:%22registrazione%20sonora%20musicale%22%20BIB:um109?context=catalogo

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/verklarte%20KF_KITH:%22registrazione%20sonora%20musicale%22%20BIB:um109?context=catalogo

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/resource/symphony-no-3-in-c-minor-op-43-the-divine-poem-scriabin-fantasy-overture-romeo-and-juliet-tchaikovsk/UM11086790

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/rimskij%20scheherazade%20BIB:um109?context=catalogo

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/KF_TISEC:um10597466%20BIB:um109?context=catalogo

 

 

Music chef. Bernstein e Rossini in cucina

Al grande Rossini buongustaio e cultore della gastronomia è dedicato un pastiche coreografico basato sulle sue musiche, composto da Cesare Brero e intitolato Le roi de gourmets. A dirigere l'Orchestra da Camera di Napoli della Rai nel 1964 è Goffredo Petrassi. Anche Bernstein, ispirandosi ad un manuale di cucina di fine Ottocento di Emile Dumont, scrisse La bonne cuisine, quattro ricette per soprano e pianoforte. Interpretate da Valentina Coladonato e Luisa Prayer in un Concerto del Quirinale nel 2014.

https://www.raiplayradio.it/playlist/2018/11/Music-Chef-dea2ac52-ffa1-4834-b380-1bc88387693e.html

 

                         

 

 

La musica spiegata ai miei figli, di Nicola Campogrande

Per capire la musica classica è necessario conoscere le note? Siamo sicuri che la comprensione musicale debba partire dal basso? In La musica spiegata ai miei figli, Nicola Campogrande suggerisce un approccio diverso da quelli consueti e propone direttamente un corso radiofonico di composizione aperto a tutti, grandi e piccini, esperti e neofiti. In quattordici puntate si smonteranno un centinaio di brani, per vedere come sono fatti, per scoprirne la logica; e così si proverà, per una volta, a ragionare “da compositori”.

https://www.raiplayradio.it/programmi/lamusicaspiegataaimieifigli/archivio/puntate/

 

 

 

 

 

 

L'angolo dei bambini, Claude Debussy

​​​​”Alla mia cara piccola Chouchou, con le tenere scuse di suo padre per ciò che segue”

 

Due brani da Children'scorner

https://www.raiplayradio.it/audio/2019/04/Con-le-scuse-di-papa-0c6583bd-22a9-4e0a-8fda-78e4c3cd1725.html

 

Consigli di lettura

Monsieur Croche, di Claude Debussy – Il Saggiatore, 2018

disponibile su MLOL: https://umbria.medialibrary.it/media/scheda.aspx?id=150174498

 

 

 

I dialoghi del mondo: Duke Ellington, Nutcracker Suite a cura di Giovanni Bietti

https://www.raiplayradio.it/audio/2017/12/RADIO3---LEZIONI-DI-MUSICA-42b47c81-4146-4e95-97f7-250d1053aa33.html

 


 


 


Nel 1960 Duke Ellington con la collaborazione di Billy Strayhorn compone The Nutcracker suite, una riscrittura jazzistica della celebre suite di Caikovskij.

Duke Ellington in bct:

http://opac.umbriacultura.it/SebinaOpac/query/ellington%20KF_KITH:%22registrazione%20sonora%20musicale%22%20BIB:um109?context=catalogo

 

Casa del jazz – Io resto a casa

Centinaia sono stati gli artisti che si sono mobilitati in queste settimane per far sentire la loro musica attraverso il web e i canali social. Vi proponiamo il contributo della Casa del jazz di Roma.

 

https://www.auditorium.com/articolo/grandi_artisti_live_sui_canali_social_di_casa_jazz-22286.html

 

 

Beethoven e la musica popolare

Con la scrittura di 170 arrangiamenti di canti popolari, Beethoven realizzò un progetto multiculturale ante litteram: l’idea di far dialogare attraverso la musica le nazioni europee. 
Ne ha parlato Giovanni Bietti nella lezione concerto tenutasi a Napoli il primo marzo di quest'anno nell'ambito del Lezioni di storia Festival ideato dall'editore Laterza.

“In una situazione di grande difficoltà del nostro Paese - commenta Giuseppe Laterza - in cui, a tratti, sembra prevalere la paura, la straordinaria partecipazione agli incontri del 'Lezioni di Storia Festival' costituisce un segnale che va molto oltre la passione per la storia. È una forma di impegno civile oltre che intellettuale. La Storia non ha nulla da dettarci in modo automatico, ma dalle paure del passato possiamo imparare anche molto su come gestire quelle del presente: da quella di chi è diverso da noi per cultura, per condizione sociale, provenienza geografica oppure... per contagio!”

https://youtu.be/SahSKXx1Z-g

Consigli di lettura

Lo spartito del mondo di Giovanni Bietti
disponibile su MLOL https://umbria.medialibrary.it/home/cover.aspx

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Bob Dylan. Murder most foul           

Bob Dylan ha pubblicato a sorpresa nella notte tra il 26 e il 27 marzo la sua ultima canzone. S’intitola Murder most foul (L’omicidio più disgustoso) e dura quasi diciassette minuti.
È il pezzo più lungo che abbia mai pubblicato ed è il primo inedito che fa ascoltare al pubblico negli ultimi otto anni.
Si può ascoltare al seguente link:
 https://bobdylan.lnk.to/MurderMostFoulTA 


Scopri di più su Murder Most Foul in https://www.antiwarsongs.org/canzone.php?id=60926&lang=it

https://www.giornaledellamusica.it/articoli/dylan-e-murder-most-foul-american-graffiti-e-canzone-omerica

 

Emanuele Arciuli. La Sinfonia n. 2 di Leonard Bernstein

 

Scritta in un bar di New York fra il 1947 e il 1948 e ispirata all’omonimo poema di W. H. Auden, ricostruisce una conversazione tra quattro sconosciuti, Rosetta, Emble, Quant e Malin, casualmente riuniti in un bar a commentare notizie di guerra scandite da una radio accesa. Paura, consapevolezza di un fallimento, ma anche la speranza di ritrovare un senso della vita.

https://www.raiplayradio.it/audio/2019/10/RADIO3---LEZIONI-DI-MUSICA-2ed2bc5f-a824-49fc-b07d-fb2d40ad73be.html

 

Consigli di lettura

Paura liquida di Zygmunt Bauman

in bct e su MLOL https://umbria.medialibrary.it/home/cover.aspx

 

 

Giovanni Bietti. Come si ascolta l’orchestra

                                                                          

Nell'antica Grecia e a Roma il termine orchestra designava il luogo del teatro dove si svolgeva l'azione scenica del coro danzante (da ορχήομαι, orchéomai, danzare) e fu reimpiegato nel Rinascimento per denominare l'area immediatamente di fronte al palcoscenico.

In Francia, nella seconda metà del Seicento, comincia a riferirsi ad un insieme orchestrale. Nata in Europa nel corso dei secoli XVI e XVIII si è poi diffusa nel resto del mondo.

Le attuali orchestre di musica classica sono formate da strumenti musicali ad arco, a fiato e a percussione.

https://www.raiplayradio.it/audio/2012/01/Giovanni-Bietti--Come-si-ascolta-lorchestra-68526fa1-7a1c-4d57-9a11-dc303ccc076d.html