CONSIGLI DI LETTURA per giovani adulti

APPUNTAMENTI

a cura dei bibliotecari della sala Whynot

Data

dal 10 Luglio 2020
al 10 Luglio 3000

Luogo

whynot

ROMANZI DI FORMAZIONE:

The Outsiders - I Ragazzi della 56ª Strada - di S.E. Hinton

Avete presente quei libri che tendete a leggere con particolare lentezza in modo da non finirli troppo presto? Questo è stato uno di quelli. Scritto a soli sedici anni da S.E. Hinton, è uno di quei libri che ti entra nel cuore. Nonostante siano passati più di cinquant’anni rimane di un’attualità sconvolgente, soprattutto per quanto riguarda i sentimenti che si provano all’età dei protagonisti, vittime della vita e di un mondo che sembra non voler lasciar loro speranze per il futuro. Per questo motivo si sostengono con amicizia e affetto, trovando nella banda una famiglia. Ponyboy, Soda, Darry, Steve, Dally, Johnny e Two-Bit sono ragazzi reali, come tanti che ancora oggi lottano contro un destino avverso. Da questo libro è stato tratto anche il film di del 1983 diretto da Francis Ford Coppola, I Ragazzi della 56ª Strada." 

 

DISTOPIA:

Darkness di Leonardo Patrignani, DeA Planeta Libri, Milano, 2019

Haly Foster ha un piano. Un piano infallibile che finalmente la porterà lontano da Little Crow e dalla casa-famiglia che la ospita da quando i suoi genitori sono morti in circostanze misteriose. Il piano è semplice: aspettare il momento giusto, approfittare del buio e scappare. Andarsene per sempre dal luogo che ha inghiottito ogni ricordo felice. Niente potrà farle cambiare idea, niente potrà costringerla a restare. Almeno, questo è ciò che crede... Ma il giorno in cui Haly percorre la statale che conduce fuori da Little Crow, zaino in spalla e cappuccio della giacca a vento sulla testa, una densa cortina di nebbia si leva da terra e circonda l'intero paese. Il tempo si ferma. La corrente smette di funzionare. L'oscurità cala su ogni cosa. Una barriera invalicabile impedisce a Haly di lasciare Little Crow, ma questa volta la ragazza non ha intenzione di restare a guardare. E così insieme a una coppia di improbabili amici, Owen, l'eccentrico direttore del giornalino scolastico, e Brian, l'appassionato collezionista di fumetti, Haly dovrà trovare un modo per dissipare la nebbia che avvolge le strade della città... e forse il suo stesso cuore.

 

CLASSICI SENZA TEMPO:

ll taccuino di Sherlock Holmes: la raccolta completa di Arthur Conan Doyle, Robin, Roma, 2015

Tutta l'arguzia, ma anche il lato più umano di Sherlock Holmes raccontati dal fedele Watson: è infatti dagli appunti del suo immancabile "assistente" che emerge un lato più intimo del celebre investigatore, attratto dai misteri che pongono sfide alla logica umana, ma anche capace di prendere a cuore casi apparentemente disperati soltanto per non deludere clienti a dir poco eccentrici. In questi racconti, che si muovono sul filo dell'ironia e dell'autoironia, sempre con l'aiuto di Watson, Holmes deve risolvere strani enigmi ma anche dare una lezione ai malviventi che lo perseguitano per paura che possa smascherarli. Anche uno strano caso di vampirismo sfiderà l'intuito dei nostri eroi, poco disposti a dare credito a "leggende" che la mente umana non possa razionalmente spiegare...

Il giovane Holden di J.D. Salinger, Einaudi, Torino, 1988

Il libro che ha sconvolto il corso della letteratura contemporanea influenzando l'immaginario collettivo e stilistico del Novecento. Sono passati più di sessant'anni da quando è stato scritto, ma continuiamo a vederlo, Holden Caufield, con quell'aria scocciata, insofferente alle ipocrisie e al conformismo, lui e tutto quello che gli è cascato addosso dal giorno in cui lasciò l'Istituto Pencey con una bocciatura in tasca e nessuna voglia di farlo sapere ai suoi. La trama è tutta qui, narrata da quella voce spiccia e senza fronzoli. Ma sono i suoi pensieri, il suo umore rabbioso, ad andare in scena. Perché è arrabbiato Holden? Poiché non lo si sa con precisione, ciascuno vi ha letto la propria rabbia, ha assunto il protagonista a "exemplum vitae", e ciò ne ha decretato l'immenso successo che dura tuttora. Torna, in una nuova traduzione di Matteo Colombo, il libro che ha sconvolto il corso della letteratura contemporanea influenzando l'immaginario collettivo e stilistico del Novecento.